In relazione alla legge di bilancio 2018 (articolo 1, comma 3) segnaliamo i seguenti punti che  sono utili per fare chiarezza sulle agevolazioni per gli interventi di efficienza energetica negli edifici, di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili.

Ristrutturazioni ed agevolazioni fiscali

  • La detrazione è prevista dall’IRPEF perciò si può ottenere solo per le persone fisiche
  • In questo momento è prevista nella misura “straordinaria” del 50% delle spese sostenute comprensive di Iva, tale misura è stata prorogata fino al 31.12.2018
  • Nel caso in cui si ritorni alla misura ordinaria, la deduzione sarà possibile per il 36%.
  • Il tetto massimo di spesa è stato innalzato a € 96.000 (precedentemente era di € 48.000) per singola unità immobiliare fino al 31.12.2018. A questa data il valore potrebbe variare ulteriormente.

 

Interventi per i quali è prevista la detrazione

L’articolo Art. 16-bis del TUIR identifica gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici per i quali aspetta la detrazione.

a) Interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali per tutte le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, re­stauro e risanamento conser­vativo, ristrutturazione edilizia. Si sottolinea che nel caso di parti comuni vale anche la manutenzione ordinaria mentre in tutti gli altri casi occorre essere in presenza di manutenzione straordinaria.

b) interventi sulle singole unità immobiliari residenziali e relati­ve pertinenze solo per le ope­re di manutenzione straordi­naria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia. In questo caso è espressamente esclusa, quindi,la manutenzione ordinaria;

c) l’acquisto o realizzazione di box o posti auto pertinenziali: la detrazione compete con ri­ferimento alle spese sostenute per la realizzazione o acquisto;

d) Interventi necessari alla rico­struzione o al ripristino dell’im­mobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, sempreché sia stato dichiarato lo sta­to di emergenza;

e) interventi finalizzati all’elimi­nazione delle barriere archi­tettoniche, aventi ad ogget­to ascensori e montacarichi e realizzazione di ogni strumen­to che, attraverso la comuni­cazione, la robotica e ogni al­tro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favori­re la mobilità interna ed ester­na all’abitazione per le perso­ne portatrici di handicap;

f) interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di at­ti illeciti da parte di terzi (raffor­zamento, sostituzione o istal­lazione di cancellate, recin­zioni murarie, grate alle fine­stre, porte blindate o rinforza­te, casseforti, vetri antisfonda­mento, ecc.);

g) interventi relativi alla realizza­zione di opere finalizzate al­la cablatura degli edifici ed al contenimento dell’inquina­mento acustico;

h) interventi relativi alla realiz­zazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare ri­guardo all’Installazione di Im­pianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

i) Interventi di bonifica dall’a­mianto e di esecuzione di ope­re volte ad evitare gli Infortuni domestici (ad esempio: sostituzione dei tu­bi del gas, riparazione dell’Im­pianto elettrico, istallazione del corrimano, installazione di ap­parecchi di rilevazione di pre­senza di gas, ecc.).

 

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close